Veronica Pivetti e il successo di Provaci ancora prof 6

Come avrete letto, l’ultima puntata di Provaci ancora prof 6, la fiction che vede protagonista la mitica Veronica Pivetti, ha battuto addirittura Il Grande Fratello. Segno che la fiction in salsa Rai indirizzata specificamente alle famiglie e ai sani valori della cultura italiana ancora funziona, eccome!

Provaci ancora prof vede come protagonista Camilla Baudino, insegnante di Lettere dell’Istituto Tecnico Commerciale Leonardo Fibonacci di Roma (dalla prima alla quarta stagione) e in seguito all’Istituto Nelson Mandela di Torino (quinta e sesta stagione). La professoressa Baudino si ritrova a collaborare con il commissario di polizia Gaetano Berardi nello svolgimento di delicate indagini. Nella quarta stagione il commissario è Paolo de Matteis, che (a differenza di Berardi) non apprezza per niente le intrusioni di Camilla, che però riesce sempre in qualche modo a dare il suo contributo alla risoluzione dei casi. Nella quinta stagione la famiglia di Camilla si trasferisce a Torino, dove la prof ritrova il commissario Berardi.

La sesta stagione ha una durata di otto episodi, con il primo che è andato in onda il 10 settembre 2015. Buona parte del suo successo chiaramente è da attribuire alla simpatia e alla bravura di Veronica Pivetti, la cui carriera di attrice è impreziosita da diversi ruoli di grande risonanza e qualità. L’abbiamo, infatti, vista in Viaggi di nozze di Carlo Verdone, Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica di Lina Wertmüller, Altri uomini e Le Giraffe, entrambi di Claudio Bonivento, Viaggio in Italia – Una favola vera, di Paolo Genovese e Luca Miniero. E ha doppiato film americani come Harry a Pezzi, ma anche Tutto su mia madre, Pranzo di natale e Per sesso o per amore?, il che la rende allo stesso tempo una delle doppiatrici italiane più abili. Ma non finisce qui, visto che Veronica ha fatto molto anche in termini di film e serie TV, soap opera e telenovela e come doppiatrice di cartoni animati e film d’animazione, oltre che a teatro con, tra gli altri, Sorelle d’Italia: avanspettacolo fondamentalista, Tête à Tête: passioni stonate e Mortaccia.