Ecco quanto può essere realistica la grafica per computer

Tutti gli appassionati di grafica per computer dovrebbero guardare il video riportato in questa pagina. È una demo realizzata con Unreal Engine 4, uno dei principali strumenti per la creazione di ambienti virtuali e di videogiochi.

unrealparis05_miniLe immagini che vedete sono virtuali, ovvero l’appartamento in questione non esiste nella realtà. Si tratta di uno scenario tridimensionale ricostruito in Computer Graphics con il PC che elabora in tempo reale tutte le riflessioni, le ombre e la composizione poligonale della scena. Ma, appunto, sembra reale.

La grafica per computer continua a fare passi da gigante, e siamo ormai molto vicini alla riproduzione di mondi perfettamente realistici e credibili visivamente. Bisogna, inoltre, considerare che oggi è possibile immergersi in questi mondi virtuali grazie alle soluzioni di realtà virtuale come Oculus Rift, che permettono di avere un’esperienza diretta della virtualità, osservando tutto in prima persona e da vicino.

Unreal Paris è stato realizzato da un appassionato di CG, Dereau Benoît, che ha voluto evidenziare come il nuovo strumento di sviluppo della Epic Games sia in grado di gestire ambienti virtuali quasi totalmente fotorealistici. Bisogna, comunque, considerare come nella scena non ci siano personaggi in movimento, il che riduce in maniera notevole lo “sforzo” elaborativo del PC, che in questo modo non è chiamato a dover ricalcolare tutte le ombre e tutti gli effetti di riflessione a ogni movimento nella scena.

Unreal Engine è il più famoso strumento di creazione di videogiochi oggi a disposizione degli sviluppatori. La prima versione risale a 17 anni fa, quando fu mostrata insieme al videogioco Unreal. Nel corso degli anni gli strumenti di sviluppo si sono evoluti in maniera considerevole, e oggi supportano la maggior parte delle tecnologie grafiche disponibili, come le DirectX 12, e delle piattaforme di gioco in commercio, come le console, gli smartphone e i tablet. Possono inoltre interfacciarsi con tecnologie che operano in cloud, sulla rete, per ottenere da remoto la capacità computazionale di cui hanno bisogno per offrire una grafica sempre più realistica.