Perché Fabio e Mingo sono stati cacciati da Striscia

Chi non segue molto questi fatti prettamente televisivi considererà questa storia come completamente insulsa, chi è più avvezzo al mondo della TV probabilmente non sarà così sconvolto. Però, qualche giorno fa Fabio e Mingo sono stati espulsi da Striscia la Notizia apparentemente senza una motivazione reale.

fabioemingo

Dopo qualche giorno e dopo la solita esplosione sui social, il Gabibbo, portavoce ufficiale della trasmissione, ha detto che la sospensione è scattata a causa di due servizi, su un falso avvocato e su una maga sudamericana. “Abbiamo acclarato che il caso di qualche tempo fa della maga sudamericana non esiste”, dice il Gabibbo.

Ma naturalmente si sono poi diffuse a macchia d’olio tutte le teorie più assurde. Il Fatto Quotidiano ha detto, ad esempio, che Mediaset li ha cacciatai perché i due simpatizzano per il Movimento 5 Stelle. Mentre Mediaset risponde che la redazione pugliese di Striscia era solita costruire servizi falsi.

Proprio ieri, poi, Mingo ha confessato di essere un “attore” e non un “giornalista”. Anche se non ci sarebbe stato bisogno di una confessione del genere: chiunque poteva accorgersene autonomamente. I due si difendono dicendo che hanno sempre fatto ciò che gli ha chiesto il programma, rispedendo al mittente le accuse sulla presunta creazione ad arte delle notizie.

La verità dietro tutta questa storia, secondo il sottoscritto, è molto più semplice. In Italia c’è bisogno di creare scandali a tutti i costi. Gli italiani hanno bisogno di storie inventante che gettino fango su aziende, politici, istituzionie così via. C’è un business tremendo su tutto questo e si cerca di individuare sempre nuove forme di comunicazione che rendano questi scandali sempre appetibili agli occhi anche del pubblico più distratto.

Ma perché parlare di disastri civili e sociali con il sorriso sulle labbra? A che servono dei comici se si stanno facendo delle inchieste teoricamente serie? Veramente abbiamo bisogno che le notizie con conseguenze talmente gravi ci vengano raccontate da dei buffoni?