Per favore, abbiate la decenza di rispettare le diversità

L’essere umano, in tutte le fasi della sua evoluzione, ha sempre avuto paura del cambiamento. Il diverso da sé stessi è qualcosa da frenare in tutto i modi: è necessario andarvi contro a tutti i costi. Per questo motivo sono scoppiate delle guerre, anche di religione, e ci sono state delle terribili persecuzioni razziali.

Gli umani odiano da sempre il diverso, il non controllabile. Odio e pregiudizio sono due punti fermi in tutte le fasi dell’evoluzione della specie umana. Ma, in realtà, è come se il diverso sia il motore del miglioramento della specie e dell’evoluzione.

È dal diverso, insomma, che nasce la scintilla che conduce tutti al successivo step evolutivo, in grado finalmente di far star meglio l’intera specie. C’è un infinito scontro tra conservatori e progressisti, potremmo definirli così, dove i progressisti non riescono a tenere a bada la propria diversità e a conformarsi con i “poteri forti”, e dove i conservatori non riescono a non perseguitare gli altri.

Ma, attenzione, perché il diverso vince sempre, quasi matematicamente. È una tendenza ormai consolidata quella che vede, ad esempio, gli omosessuali acquisire sempre più diritti e rilevanza nella società moderna. E lo stesso discorso si potrebbe fare dei nerd o di coloro che preferiscono usare il cervello piuttosto che i muscoli. Penso ai vari Bill Gates e Mark Zuckerberg del caso: dei nerd che sono diventati dei punti di riferimento in ambito tecnologico, e non solo.

Mi piacerebbe, insomma, vivere in un mondo in cui la diversità sia tollerata e, ancor meglio, supportata e incentivata. Solo dal confronto e dalla corretta coesistenza di tutti, ognuno con le proprie diversità, si può produrre una società che abbia veramente senso.