Google Immagini esiste grazie al seno di Jennifer Lopez

Recentemente Eric Schmidt, presidente di Google, ha rivelato come è nato Google Immagini. Inizialmente, infatti, il noto motore di ricerca consentiva unicamente di effettuare semplici ricerche testuali. Gli utenti si ritrovavano con una scialba pagina di testo inframezzata da qualche link. Ma proprio in occasione dei Grammy Awards del 2000 Google capì che la gente si aspettava altro dai motori di ricerca.

Perché proprio quell’evento? Perché Jennifer Lopez indossò uno scollatissimo abito verde non lasciava adito a dubbi a proposito delle forme del suo seno. La gente era molto incuriosita da questa immagine e tempestò il motore di ricerca di richieste. Non voleva solo apprendere informazioni sulla serata ma, per la prima volta, vedere qualcosa. Insomma, Google Immagini nasce dall’esigenza di mostrare una bella fanciulla abbigliata in maniera aggressiva.

“Quando fu lanciato Google, la gente era stupita dal poter trovare praticamente qualsiasi cosa digitando solo qualche parola dentro al computer”, ha spiegato Schmidt. “I meccanismi dietro a tutto ciò erano tecnicamente complessi, ma quello che vedevi era piuttosto grezzo: una pagina di testo inframezzata al massimo da dieci link blu“.

“Le persone volevano molto più del semplice testo”, continua il dirigente. “Ciò divenne evidente per la prima volta con le immagini dopo che ai Grammy Awards del 2000 Jennifer Lopez indossò un abito verde che catturò l’attenzione del mondo intero”.

In quel periodo, infatti, l’abito verde scollato della Lopez divenne in pochissimo tempo la query in assoluto più ricercata sul noto motore di ricerca.