Cristiana Capotondi, il miglior esempio di bellezza acqua e sapone

Si, è vero: da una parte Cristiana Capotondi è l’emblema della bellezza acqua e sapone, ma dall’altra è incredibilmente e aggressivamente sexy. Cristiana ha fatto i primi passi nel mondo dello spettacolo nel 1993 nella miniserie televisiva Amico mio, con Massimo Dapporto; mentre nel 1996 partecipa alla serie televisiva SPQR, prodotta da Aurelio De Laurentiis.

Negli anni successivi alcuni spot pubblicitari, come quelli per il Mulino Bianco o il gelato Maxibon, la rendono particolarmente popolare. Nel 1995 esordisce al cinema con Vacanze di Natale ’95, accanto a Massimo Boldi e Luke Perry. Riceve la candidatura come miglior attrice non protagonista ai Nastri d’argento per la sua interpretazione nel film Volevo solo dormirle addosso, diretto da Eugenio Cappuccio.

Nel 2006 è co-protagonista della fiction Joe Petrosino e nello stesso anno riceve la sua prima candidatura ai David di Donatello come miglior attrice protagonista, per il ruolo di Claudia, in Notte prima degli esami di Fausto Brizzi. Recita per la seconda volta al fianco di Nicolas Vaporidis nell’indimenticabile Come tu mi vuoi di Volfango De Biasi. Nel 2007 è protagonista del film I Viceré di Roberto Faenza e del film Scrivilo sui muri di Giancarlo Scarchilli con Ludovico Fremont. Nel 2008 è protagonista del remake televisivo del capolavoro di Alfred Hitchcock Rebecca, la prima moglie. Nel 2010, invece, gira con Terry Gilliam il corto The Wholly Family; mentre nel 2013 è splendida co-protagonista, insieme a PIF, in La mafia uccide solo d’estate.

Nel 2011 è stata anche madrina del Giro d’Italia. È presente in varie fiction televisive, con culmine per il suo impegno in Una casa nel cuore, regia di Andrea Porporati, andata in onda nella prima parte dell’anno.