Brigitte Bardot, fo**utamente bella

Rappresenta una delle icone assolute della bellezza femminile ed è ancora oggi riconosciuta universalmente come una delle donne più belle di ogni epoca. Parliamo di Brigitte Bardot, conosciuta anche come BB. A lei sono state dedicate canzoni ed è diventata un’icona popolare, un punto di riferimento irrinunciabile. Dal 1962, inoltre, è un’attivista per i diritti degli animali, attività che l’ha assorbita completamente a partire dal suo abbandono del cinema avvenuto nel 1972.

Figlia dell’industriale Louis “Pilou” Bardot e di Anne-Marie Mucel, grazie alla sua bellezza e sensualità comincia nel 1952 a fare del cinema, comparendo nel film Le Trou Normand. Nel 1958 ottiene il terzo posto ai Bambi come Miglior attrice internazionale per il film E Dio creò la donna, mentre nel 1961 vince il David di Donatello come Miglior attrice straniera per il film La verità. È del 1967, poi, la nomination ai BAFTA come Miglior attrice straniera per il film Viva Maria!, mentre nel 2007 Brigitte Bardot viene inserita tra 100 star più sexy della storia del cinema da Empire.

Tra i suoi film più popolari Il Disprezzo del 1963, diretto da Jean-Luc Godard, e Tre Passi nel delirio, del 1968, in cui recita nel segmento William Wilson diretto da Louis Malle. E come non ricordare la scena super-sexy insieme a Claudia Cardinale nel film Le Pistolere. La vedete qui di seguito!

Si dice che abbia avuto più di 100 amanti nella sua vita. Seduttrice di uomini, gattina del sesso, dea dell’amore furono alcuni dei modi in cui venne chiamata. Ma questa sregolatezza si traduceva anche in depressione, che arrivò puntualmente con il successo, e la portò a quattro tentativi di suicidio. Brigitte non ha mai saputo veramente chi volesse essere, ha seguito sempre un ideale, ma ha dovuto fare i conti con le insidie della vita. Esattamente come qualsiasi altro essere umano, forse di più. Uno spirito libero che in nessun modo può essere imbrigliato.