Sofia Viscardi è la webstar che tutti i giovani amano

Le persone con qualche anno in più sulle spalle come il sottoscritto si sentono in diritto di ignorare il mondo dei giovani. Ma questo non è chiaramente più possibile, proprio perché è pressoché diametralmente opposto rispetto al mondo che abbiamo vissuto solo fino a pochi anni fa. Sofia Viscardi è un idolo per le masse dei giovani, un punto di riferimento, ed ecco perché.

Lei è una di quelle webstar che pubblicano continuamente video su YouTube. Creano una storia, su loro stessi, e allo stesso tempo intrattengono puntando quasi tutto sulla propria spontaneità. Sofia Viscardi ha solo 18 anni e qualcosa come 2 milioni di follower, distribuiti tra Instagram, YouTube, Facebook e Twitter. “Mai fatto sesso senza amore. E nemmeno le mie amiche. In Rete siamo più sinceri”, ha detto in un’intervista al Corriere della Sera.

Sofia Viscardi è fidanzata con Francesco Sole, un altro idolo dei ragazzi che trascorrono molte ore sul web, e ha 10 anni in meno rispetto alla persona che è diventata il modello di tutte le webstar rampanti del momento, Chiara Ferragni. Lei si vanta per essersi scattata una foto clandestina con Harry Styles e sostiene che il suo maestro è Tyler Oakley. Ha avuto centomila visualizzazioni per un video in cui intervistava Roberto Saviano.

Al Corriere ha spiegato come fa ad attirare i “nostri figli”. “Non sono numeri; sono persone. Conquisto la loro attenzione, mica la loro anima. Comunque, dovete aggiungere le centomila copie del mio primo romanzo, Succede. Ora ne faranno un film, sto scrivendo la sceneggiatura”. E poi specifica meglio: “Sono ragazzi che hanno bisogno di essere incoraggiati, rincuorati, divertiti”.

Succede, il romanzo che sta attirando le masse nelle librerie, come già accaduto con altri libri/romanzi di web star molto popolari, descrive proprio questo mondo, dalla prospettiva di Sofia. È edito da Mondadori e si trova in tutte le librerie. Lei attira le invidie del mondo del giornalismo tradizionale e della TV tradizionale, ma non tanto perché fa un tipo di intrattenimento molto immediato, ma perché  è riuscita a scardinare certe logiche di successo annidate da tempo in Italia. Chi la invidia, insomma, sono soprattutto le “baronie”. Spiazzati dal mondo del cambia, incapaci di riconoscere che cultura non è solamente la loro.

“Mi accetto come sono, grazie ai video sono meno timida”, ha detto ancora. Ma il merito è anche dell’amore (con Francesco Sole) e dell’esempio di «una mamma incredibile» e di una cugina come Vittoria Puccini.