Paura delle donne: come affrontarla



La paura delle donne, detta anche ginecofobia, è un problema molto serio, che affligge un numero crescente di persone man mano che la società si evolve. In certi casi non è un problema facilmente risolvibile con qualche suggerimento generico, anzi questi ultimi possono essere controproducenti. Se la vostra paura delle donne vi fa soffrire, disperare, piangere, allora forse è meglio che vi rechiate da uno psicoterapeuta.

donna-con-calo-del-desiderio-sessuale

Ma in molti altri casi sono problemi risolvibili in maniera più spicciola, cercando per esempio di superare il timore nel parlare con gli sconosciuti o la paura del rifiuto o di rovinare tutto. Per prima cosa dovete capire se avete paura a parlare con tutte le donne o solo con una donna nello specifico, magari con qualcuna.

Nel secondo caso, infatti, è possibile che siate innamorati o fortemente attratti verso quelle donne, forse solo sessualmente. In questi casi dovete rendervi conto che non esiste un rifiuto perentorio, che possa valere per l’intera umanità. Le donne, esattamente come voi, cercano solamente di fare delle cose che le rendano felici, anche se a volte questo può concretizzarsi in atteggiamenti strani dal punto di vista maschile.


Alcune di loro amano essere corteggiate da molti uomini, nel tentativo inconscio di assoggettare il gruppo di cui fanno parte. È esattamente lo stesso atteggiamento maschile del “capo branco”, che probabilmente avete tenuto qualche volta anche voi. In questi casi avere a che fare con donne di questo tipo può portare a soggezione, incapacità nel parlare e timore ad affrontarle. Il vostro organismo vi sta avvertendo: probabilmente un qualsiasi tipo di rapporto con una donna così esaburante non corrisponde al vostro carattere.

Prendete tutte queste difficoltà e questi rifiuti come semplici feedback, nel senso di informazioni che possono migliorare potenzialmente il vostro approccio all’altro sesso. Adesso avete informazioni sulle cose in cui avete sbagliato e siete in grado di evitare di incorrere negli stessi errori. Realizzate, inoltre, che non è solo vostra responsabilità: se si crea incomunicabilità con un’altra persona ciò è dovuto all’atteggiamento di entrambi, e non solamente a quello maschile. Non viviamo più in un mondo dove il corteggiamento grava solamente sull’uomo, ma anche la donna deve fare i suoi passi ed esprimere apprezzamento.

Se vi rivolge a più riprese la parola, fa battute scherzose e tende a prolungare il discorso, allora avete una chance e potete proseguire. In caso contrario è meglio focalizzare l’attenzione altrove, rivolgersi a un altro focus e ricordare che il metodo dei tentativi e fallimenti è l’unico che funziona in questo campo. Considerate sempre che lei sta rifiutando il vostro approccio e non voi come persona. Per questo motivo può convenire non esagerare e focalizzarsi su altro, proprio perché insistere su una strada sbagliata può portare a infelicità e depressione anche sul lungo periodo. Per un errore di visione di qualche minuto od ora, insomma, possono esserci ripercussioni importanti nel futuro, distorcendo il rapporto con tutte le donne, oltre che con quella in particolare. Ricordate, inoltre, che lei sta respingendo l’approccio e non il vostro fisico. Convincersi che il proprio fisico ha innatamente qualcosa che non va è il primo ostacolo che si deve superare se non si vuole avere paura nel rapporto con le altre donne, di qualsiasi tipo di rapporto si stia parlando. Anche se c’è qualcosa che non va nel fisico è sempre un fattore superabile, ricorrendo ad esempio alla palestra o all’estetista.

Un altro consiglio molto importante è di parlare, sempre più spesso, con tutte le ragazze, e non solamente con quelle che vi piacciono. Cercate di avere rapporti, anche solo di qualche minuto, con persone sconosciute dell’altro sesso ogni giorno. Non esagerate all’inizio, ma fare una conoscenza al giorno nel lungo periodo può darvi sicurezza, migliorare il vostro modo di porvi con l’altro sesso e consentirvi di superare le irrazionali titubanze iniziali.

Bisogna imparare a conoscere le donne e avere motivi di discussione con loro. Cercate di frequentare persone che possano avere i vostri stessi interessi o seguite corsi di cucina, leggete riviste di moda, giocate videogiochi che possano piacere alle ragazze o interessatevi a qualsiasi cosa sia attinente alla sfera femminile.

Non mettete mai le donne su un piedistallo. Anche in quei casi in cui sono loro a mettersi in mostra (tipico delle donne particolarmente avvenenti) considerate che lo stanno facendo perché per loro è motivo di felicità. Ma questo è anche un segno di vulnerabilità e comunque sia voi che lei avete uguale diritto ad essere rispettati.

In nessun caso abbiamo indispensabile bisogno di un’altra persona. Tenete sempre a mente che possiamo superare qualsiasi tipo di difficoltà da soli. Non esiste una persona fondamentale nella nostra vita senza che lei non voglia in qualche modo esserlo. Fissarsi su una donna, pensare che possa essere l’unica per noi, di solito non porta mai a risvolti positivi, solo a inutile depressione. Lo so che molto spesso si è come innatamente trascinati verso una donna in particolare, ma se le cose non hanno funzionato fino a quel momento un motivo c’è. Magari riguarda il modo di lei di vedere il mondo o le amicizie che si è fatta nel corso degli anni e, anche qualora ci fosse un qualche tipo di attrazione inspiegabile, se la strada non ha portato frutti fino a questo momento allora dovete fare qualcosa per abbandonarla, dimenticandola definitivamente.

Un altro fattore che può bloccare il rapporto con le altre donne è la paura di dimostrare interesse verso di lei. Nel caso non vi interessi ma volete o dovete comunque avere un rapporto con lei, così come nel caso vi interessi, la cosa migliore è mettere subito le cose in chiaro. Solo nel caso si crei un qualche tipo di situazione di equivocabilità è meglio esplicitare subito le proprie intenzioni, fermo restando ciò che abbiamo detto prima: un rifiuto non è un giudizio universale e costantemente insindacabile. Molto spesso si ha questo tipo di paura perché si è ancora innamorati di un’altra o perché si ha paura ad affrontare una relazione stabile. Nel primo caso tornate a leggere il paragrafo precedente, nel secondo state avendo un’ansia inutile. Nessuno può dire come si conformerà il rapporto: ci sono sempre delle ottime chance di trovare gli equilibri giusti e di convivere in serenità. Nel caso questo non si avverasse nessuno ci vieta di troncare il rapporto: comunque avremo fatto esperienza che potremo rivenderci nei rapporti futuri.

Nel lungo periodo, a meno che non sia una patologia psicologica grave, sono tutti problemi superabili. Quel che più conta è sforzarsi ad avere rapporti con le donne, cercando, come detto, di conoscere nuove persone ogni giorno e di intrattenere dei rapporti. Dopo aver superato una ritrosia iniziale, infatti, ci si rende conto che è possibile intrattenere discussioni piacevoli con qualsiasi tipo di persona.