Maria De Filippi, la regina del Festival di Sanremo 2017 (e della televisione italiana)

È una nostra impressione o Maria De Filippi ha spodestato in maniera perentoria il direttore artistico del festival Carlo Conti nella prima serata? Ha catturato il palco, le attenzioni di tutto, concentrato su di sé l’onere di condurre una manifestazione così importante per la tradizione e cultura italiana.

Indubbiamente, Maria ha delle qualità che Carlo Conti non può vantare. E non ci riferiamo solamente a quel tipo di empatia che stabilisce con il pubblico, che probabilmente non ha eguali in nessuna parte del mondo e che è così amata dai suoi fan, ma anche in termini di dialettica, prontezza ed efficacia nella conduzione non c’è partita rispetto all’amico/rivale proveniente dal mondo Rai.

L’impronta di Conti a questo festival, semmai, si evince da un altro punto di vista, ovvero l’aver voluto creare una sorta di celebrazione più della TV che della canzone italiana, ormai incredibilmente stantia come conferma anche la presenza di canzoni così tanto simili tra di loro e al passato del festival. Il Festival 2017 è al tempo stesso la celebrazione del meglio che la TV italiana oggi riesce ad offrire e una sua critica e analisi, come sempre in tutto quello che è italiano.

È per questo che lo conduce la regina della televisione italiana, ed è per questo che nella prima serata abbiamo visto sul palco dell’Ariston le figure di maggior successo della TV, o se volete quelle che fanno parlare di più, in TV e soprattutto sui social. Da Paola Cortellesi a Lodovica Comello, ovvero un punto di riferimento per i più giovani anche per aver recitato nella soap opera Violetta, passando per Raoul Bova e Maurizio Crozza, oltre che per Diletta Leotta, che non si capisce bene cosa c’entri con la musica, perché è una giornalista sportiva, ma soprattutto che ha fatto parlare molto di sé per i suoi scatti osé rubati e condivisi sulla rete.

Detto questo, è anche vero che il Festival è sempre stato un’ode alla cultura italiana, trasmessa ovviamente tramite la televisione. Conti non sta facendo qualcosa di diverso che confermare una tradizione popolare. E il pubblico gradisce, sempre più aggrappato a questi due simboli su cui si rispecchia e riconosce: Conti/De Filippi.

Che forse è quello che più conta alla fine, ovvero il sodalizio e la complicità che si è creata fra i due conduttori. E se la De Filippi ha ribadito nella conferenza stampa di oggi che non ha intenzione di lavorare in futuro per la Rai, Conti ha fatto sapere che per lui questo sarà l’ultimo Sanremo.

Maria De Filippi arriva in televisione dal 1992, cominciando a lavorare per Canale 5 con il talk show Amici, e ha consolidato la sua notorietà negli anni successivi presentando a producendo diversi format divenuti poi programmi televisivi di punta della rete ammiraglia Mediaset, come Uomini e donne e C’è posta per te.

È proprietaria con RTI della società di produzione televisiva Fascino PGT, che realizza tutte le produzioni condotte da lei e dal marito Maurizio Costanzo e altre trasmissioni per i canali Mediaset.