Come il cinema italiano è cambiato grazie a Edwige Fenech

Ormai molti riconoscono un ruolo centrale a Edwige Fenech nella crescita del cinema italiano. La famosissima commedia sexy italiana si contraddistingueva per una cifra stilistica ben precisa, che orbitava intorno alle curve perfette delle sue principali interpreti, di cui la Fenech è ovviamente la regina.

Quel fascino tutto particolare che nasceva da un corpo contemporaneamente così delicato e così vero, in contrapposizione con il volto della donna dei sogni, hanno reso Edwige Fenech il cuore nevralgico perfetto per quel tipo di cinema. Che oggi viene rivalutato da tutti, omaggiato da registi internazionali come Quentin Tarantino e preso come esempio dai registi più giovani che devono rappresentare nei loro film il desiderio erotico.

Già, proprio perché la fase della conquista della donna veniva esaltata in quei solo apparentemente strampalati film. Conquista della donna che oggi si va perdendo, perlomeno in quei termini, il che trasforma quei film, da questo punto di vista, da maschilisti a femministi.

E allora il solo osservare per minuti e minuti il corpo perfetto di attrici come la Fenech o lo sfiorare le sue ginocchia o le sue spalle erano motivi di esaltazione erotica. E l’ossessione dei protagonisti, così come le situazioni assurde e la voglia di mettersi in mostra delle varie donne protagoniste, rendevano quell’erotismo veramente efficace, spesso ancora di più rispetto a veri e propri film hard.

Erano gli anni del voyeurismo ma erano anche gli anni dell’esaltazione del corpo femminile. Situazioni paradossali, che ti restano impresse in certi casi, anche per l’approssimazione filmica tipica del cinema che non c’è più. E poi quel concedersi che le protagoniste come la Fenech dispensavano a tutti i protagonisti del film, quella voglia di essere ambita e voluta da tutti, rendevano queste figure ancora più attraenti e provocanti, in tutti i sensi.

Di seguito potete consultare la filmografia completa di Edwige Fenech e vedere il film intero Grazie…nonna. È una straordinaria fusione tra passione sessuale, competizione per una donna fantastica e l’intramontabile fascino di Edwige Fenech. Un giorno un facoltoso ingegnere toscano apprende che il proprio padre, emigrato diversi anni fa a Caracas, è morto e che la sua seconda moglie sta arrivando per conoscerlo. Tutti si aspettano la visita una donna anziana e petulante, invece all’aeroporto si presenta una donna giovane, avvenente e affascinante il cui nome è Marijuana. Padre e figli cercheranno, con scarsi risultati, di approfittare delle grazie di Marijuana. E Grazie…donna è un fatastico racconto anche del rapporto (finto) incestuoso tra un giovane ragazzo e una parente più anziana, fatto che corrobora ancor più la carica erotica del film.

In realtà abbiamo un climax impetuoso in film come Grazie…nonna, così come in molti altri film della commedia sexy italiana con Edwige Fenech, e non. È tutta un’attesa carica di pulsione erotica per un corpo femminile perfetto, che poi culmina nella fase finale quando puoi finalmente solo sfiorare quel corpo che ti ha mandato così tanto in visibilio. Per il resto ti devi accontentare del vedo non vedo, reso ancora più intenso dalle calze autoreggenti, da vestiti che mostrano più di quello che dovrebbero mostrare e da tutta una serie di oggetti scenici che, unitamente alle inquadrature e allo sguardo indiscreto di uomini che la natura vuole non possano permettersi donne di questo livello, esaltano alle massime conseguenze il corpo femminile.

Toutes folles de lui (1967)
Samoa, regina della giungla (1968)
Il figlio di Aquila Nera (1968)
Susanna… ed i suoi dolci vizi alla corte del re (Frau Wirtin hat auch einen Grafen) (1968)
Alle dame del castello piace molto fare quello (Komm, liebe maid und mache) (1969)
5 bambole per la luna d’agosto (1969)
Top Sensation (1969)
Testa o croce (1969)
Il trionfo della casta Susanna (Frau Wirtin hat auch eine Nichte) (1969)
I peccati di Madame Bovary (Die Nackte Bovary) (1969)
Mia nipote la vergine (Madame und ihre Nichte) (1969)
Desideri, voglie pazze di tre insaziabili ragazze (Alle Kätzchen naschen gern) (1969)
Don Franco e don Ciccio nell’anno della contestazione (1970)
Le Mans – Scorciatoia per l’inferno (1970)
Deserto di fuoco (1970)
Lo strano vizio della signora Wardh (1970)
Satiricosissimo (1970)
Le calde notti di Don Giovanni (1971)
L’uomo dal pennello d’oro (Der Mann mit dem goldenen Pinsel) (1971)
Tutti i colori del buio (1972)
Perché quelle strane gocce di sangue sul corpo di Jennifer? (1972)
Il tuo vizio è una stanza chiusa e solo io ne ho la chiave (1972)
La bella Antonia, prima monica e poi dimonia (1972)
Quando le donne si chiamavano madonne (1972)
Quel gran pezzo dell’Ubalda tutta nuda e tutta calda (1972)
Fuori uno… sotto un altro, arriva il Passatore (1973)
Giovannona Coscialunga disonorata con onore (1973)
La vedova inconsolabile ringrazia quanti la consolarono (1973)
Dio, sei proprio un padreterno! (1973)
Anna, quel particolare piacere (1973)
Innocenza e turbamento (1974)
La signora gioca bene a scopa? (1974)
Grazie… nonna (1975)
L’insegnante (1975)
Nude per l’assassino (1975)
Il vizio di famiglia (1975)
La moglie vergine (1975)
40 gradi all’ombra del lenzuolo (1976)
La poliziotta fa carriera (1976)
La dottoressa del distretto militare (1976)
Cattivi pensieri (1976)
La pretora (1976)
La vergine, il toro e il capricorno (1977)
Taxi Girl (1977)
La soldatessa alla visita militare (1977)
Il grande attacco (1978)
L’insegnante va in collegio (1978)
La soldatessa alle grandi manovre (1978)
L’insegnante viene a casa (1978)
Amori miei (1978)
La poliziotta della squadra del buon costume (1979)
Dottor Jekyll e gentile signora (1979)
La patata bollente (1979)
Sabato, domenica e venerdì, episodio “Sabato” (1979)
Il ladrone (1980)
Sono fotogenico (1980)
La moglie in vacanza… l’amante in città (1980)
Zucchero miele e peperoncino (1980)
Io e Caterina (1980)
Il ficcanaso (1980)
Asso (1981)
Cornetti alla crema (1981)
La poliziotta a New York (1981)
Ricchi, ricchissimi… praticamente in mutande (1982)
Il paramedico (1982)
Zitto quando parli (Tais-toi quand tu parles!) (1982)
Sballato, gasato, completamente fuso (1982)
Vacanze in America (1984)
Un delitto poco comune (1988)
Il fratello minore (2000)
Hostel: Part II (2007)


Grazie… nonna commedia italiana con Edwige… di FILMandCLIPS